Tagliato per un sarto

Un atelier di moda ha acquistato un sitema di taglio automatizzato di ultima generazione per aumentare la precisione e diminure i tempi di lavoro dei capi su misura.

Chi arriva a Mirano – un paesone di 28.000 abitanti a poco più di venti chilometri da Venezia, Padova e Treviso – passerà probabilmente di fronte a un’elegante showroom con un trionfo di abiti da sposo per uomo e da cerimonia per uomo e donna: abiti lunghi, tight, smoking, completi a giacca lunga o corta, capi con tre bottoni o due, con le tasche dritte o inclinate, nei più disparati tessuti e abbinamenti. E’ l’esposizione dell’Atelier Francesco (www.atelierfrancesco.it), fondato da Francesco Pulliero e tutt’ora guidato da lui con i figli Eddy e Vanni e altri tre familiari che lavorano nel laboratorio/esposizione su due piani poco distante dallo showroom, in via Scaltenigo. “Ho iniziato 45 anni fa soltanto con una macchina, un ferro da stiro e un banchetto” spiega orgoglioso Francesco Pulliero. “Inizialmente proponevamo soltanto abiliti sportivi per uomo e donna, ma nel tempo ci siamo specializzati in abiti da cerimonia e camiceria”. Senza mai perdere di vista la qualità del prodotto su misura. Gli abiti che escono dall’Atelier Francesco sono apprezzati, oltre per il fatto che ovviamente sono fatti su misura, per la cura riservata ai dettagli “Nel tempo abbiamo valorizzato sempre di più le rifiniture e la qualità dei materiali, e gli abiti che escono dal nostro atelier devono essere semplicemente perfetti” aggiunge Vanni Pulliero.

Una sartoria automatizzata

Una sartoria di alto livello con tutto quello che ci si aspetta in un’azienda artigianale di questo tipo, dalle esposizioni dei modelli sino alla produzione. Al piano terra della sede operativa di via Scaltenigo c’è infatti un’altra showroom dove si possono vedere e toccare con mano abiti da cerimonia (per sposo, familiari e amici, esclusi quelli da sposa, che Atelier Francesco non fa) che spaziano da quelli più classici e discreti a quelli più audaci, molto apprezzati negli opulenti matrimoni del triveneto. Partendo da questa base il cliente può scegliere le personalizzazioni, come le tasche inclinate, il numero e qualità dei bottoni e così via. In questo salone vengono prese le misure dei clienti.
Tutto normale, per un sarto su misura. Ma è al piano superiore che, al contrario, si può notare una cosa che non ci si aspetta di vedere in una sartoria artigianale. Lasciata l’area di cucitura, dotata di macchine da cucire, asolatrici ed altre attrezzature di ottima qualità, si entra nel reparto di piazzamento e taglio. Tavolaccio e forbici? No, non più. Francesco, Eddy e Vanni, dopo aver acquistato un sistema Cad con plotter per i piazzamenti, hanno avuto subito l’impressione che fosse “una cosa a metà” senza un buon sistema di taglio. Ed ecco la novità e, se vogliamo, l’attrezzatura che non è comune vedere in aziende di queste dimensioni e natura: una soluzione fornita dalla milanese C&C (società fondata nel 2005 da Luciano Cerioni per proporre al mercato sistemi di rilevazione e digitalizzazione automatica dei modelli, nonché sistemi automatici di taglio)  composta da un sistema di taglio multifunzionale a foglio singolo Zünd LR-1600 CV con estensione del conveyor, testa di taglio Tz-P con asse Z con modulo di controllo tangenziale a penna, utensile oscillante elettrico EOT3 per il taglio e il software C-Pilot per la gestione del sistema messo a punto dalla software house interna di C&C. “Siamo molto orgogliosi di questo sistema che abbiamo acquistato lo scorso novembre” racconta Eddi Pulliero. “E’ perfetto per il nostro modo di lavorare e per il nostro prodotto. Risparmiamo tempo e materiale, ma soprattutto abbiamo migliorato nettamente la precisione del taglio e questo ci consente di aumentare ulteriormente la qualità finale dei nostri abiti su misura. Il tutto con una macchina che è facile da capire e usare, al contrario di altre presenti sul mercato. Abbiamo valutato infatti molte soluzioni concorrenti, e alla fine ci siamo convinti che un’azienda artigiana come la nostra non avrebbe potuto trovare un sistema migliore di quello che ci ha proposto C&C. Questa macchina sembra essere stata fatta su misura per noi”. Una macchina su misura per il sarto su misura, insomma. E infatti una delle caratteristiche principali del sistema Zünd è la versatilità dovuta dal fatto che possono essere usati più teste e strumenti di taglio, in modo da soddisfare le più disparate esigenze. Atelier Francesco, ad esempio, ha preferito scegliere come strumento di taglio la lama elettrica oscillante anziché la lama a rotella, usata più frequentemente per il taglio del tessuto, perché durante i test ha ritenuto che fosse più adatta al suo modo di lavorare.

All’inizio era la digitalizzazione

Se questa è la configurazione soluzione che ha soddisfatto Atelier Francesco, diamo ora un’occhiata più generale all’attività di C&C (www.ceccompany.it) e ai prodotti e servizi che propone per il comparto della confezione. Come accennato l’azienda milanese è stata fondata nel 2005. Società relativamente giovane, ma con alle spalle l’esperienza del suo fondatore Luciano Cerioni, che nel 1982 venne chiamato a dirigere la nascente filiale italiana della Lectra Systèmes di Bordeaux portandola al successo vendendo anche nel nostro Paese un prodotto inventato dai fratelli Jean e Bernard Etcheparre, un tagliacartoni laser computerizzato per l’industria della confezione. In occasione della fusione con Investronica avvenuta all’inizio del 2004, Cerioni ha lasciato il suo incarico con l’intenzione di dedicarsi alla famiglia. Ma non è stato per molto, visto che l’anno dopo ha iniziato una nuova avventura con la sua C&C, che ha iniziato ad operare distribuendo in Italia i sistemi di rilevazione e digitalizzazione automatica dei modelli NScan e NShot dell’azienda americana N-hega (www.nhega.com), prodotti che hanno rivoluzionato la tecnica di digitalizzazione tradizionale, permettendo di digitalizzare i modelli in modo automatico, più velocemente e con molta più precisione rispetto al passato. Il primo è composto da uno scanner di ampio formato e di un software che permette l’inserimento digitale di modelli riducendo di cinque volte il tempo impiegato nella digitalizzazione dei modelli rispetto ai normali sistemi. NShot invece consente di digitalizzare sfruttando una fotocamera installata sul soffitto, montata sul tavolo di lavoro o su un’asta.

Con Zünd anche il taglio

C&C non si è fermata a questi prodotti e ha stretto un accordo di partnership con la svizzera Zünd, leader mondiale nella produzione di macchine piane da taglio, per proporre in Italia sistemi di taglio come quello che ha acquistato Atelier Francesco per aumentare la qualità dei suoi abiti su misura. “Visto il crescente successo che abbiamo ottenuto con i sistemi di digitalizzazione automatica – racconta Luciano Cerioni – lo scorso settembre abbiamo acquisito le macchine Zünd per il tessuto. Nei primi quattro mesi abbiamo messo a punto il software di gestione e, nonostante il periodo difficile, nei mesi successivi abbiamo venduto oltre dieci macchine”. Una partenza decisamente incoraggiante. “Un risultato reso possibile dalle caratteristiche di questo sistema, che è di una precisione estrema e non ha bisogno di Cartene. Non ha rivali sul mercato, nel segmento del foglio singolo e dei bassi spessori”.
Ma non si tratta soltanto della qualità del prodotto. La chiave del successo di C&C va ricercata anche in altre direzioni. “Sin dalla fondazione – afferma Luciano Cerioni – uniamo all’eccellenza delle soluzioni che proponiamo e una grande competenza tecnica che ci deriva dall’esperienza che abbiamo in questo settore, anche la volontà di essere sempre vicini ai nostri clienti. Per noi i clienti sono amici e pur essendo una struttura relativamente piccola garantiamo un supporto continuo ed efficiente. E questo nostra filosofia di ‘problem solving’ ci è riconosciuta e ci premia. Abbiamo tempi di intervento molto rapidi, per esigenze di carattere tecnico, con prodotti e ricambi originali a un prezzo adeguato”.

Un sistema modulare

Un sistema di taglio a foglio singolo e per bassi spessori che è perfetto sia per piccole aziende come quella di Francesco Pulliero sia per, come vedremo più avanti, grandi aziende che lo possono usare nel reparto di prototipia invece di ricorrere, come fanno spesso, alle macchine di produzione per il taglio, con maggiore scomodità e dispendio di risorse. Si tratta di un sistema modulare che può avere una larghezza di 1.800, 2.200 o 2.700 millimetri e una lunghezza di 800, 1.200, 1.600, 2.500 o 3.000 millimetri. Messo a punto per l’industria tessile e della confezione (e anche dell’arredamento e della pelletteria), è adatto al taglio di tessuti, materiali sintetici, pelle e così via, purché a foglio singolo o comunque per bassi spessori. La versatilità è uno dei suoi punti di forza, assieme alla precisione del taglio e al fatto che non richiede né carta né Cartene per il taglio, e può essere configurata con varie combinazioni di teste e strumenti di taglio per arrivare a una soluzione ottimale per qualsiasi esigenza, che come abbiamo visto spazia dalla piccola sartoria alla grande industria. La testa di taglio Tz-P con modulo di controllo tangenziale e penna, per fare un esempio, può essere dotata di vari strumenti di taglio: lama elettrica oscillante, lama pneumatica oscillante o lama a rotella. Previste anche estensioni conveyor, con lunghezze che vanno da 1.200 a 3.000 millimetri. Per andare un po’ più nel dettaglio tecnico, possiamo dire che lo spessore del materiale tagliato arriva sino a un massimo di 30 millimetri (ma solo in casi particolari, visto che è una macchina concepita per foglio singolo e quindi la sua vocazione è nel taglio di spessori più contenuti) e una velocità che arriva a 100 millimetri al secondo. Per quanto riguarda la precisione, due valori ci fanno capire quanto sia elevata: una risoluzione indirizzabile di 0,01 millimetri e una ripetibilità di ± 0,02 millimetri. Tra le peculiarità di questa soluzione possiamo citare la velocità del sistema, l’eccellente accelerazione del taglio, il controllo intelligente degli utensili, la possibilità di modificare i parametri di taglio durante le fasi di lavorazione e l’automazione dei flussi di lavoro. I vantaggi sono intuibili: incremento della produttività con investimenti contenuti, riduzione dei tempi di lavoro, consistente aumento di qualità e accuratezza nel taglio, uso ottimale della materia prima e riduzione degli sprechi, riduzione dei tempi di setup.
Un sistema di questo genere, che Francesco Pulliero ritiene assolutamente adeguato per i suoi lavori sartoriali, trova la sua applicazione naturale nei reparti di prototipia delle grandi aziende. “Un tempo – spiega Walter Anelli, direttore commerciale di C&C – le aziende lavoravano a mano, poi sono arrivati i sistemi Cad e infine il taglio automatico. Le aziende italiane hanno investito molto  in macchine da taglio e modellistica, ma quasi esclusivamente in produzione. Oggi il 90% delle società ha risolto i problemi di automazione in produzione, ma quando si tratta di fare i campionari sono in fibrillazione perché non hanno pensato ancora pensato di investire automatizzando la fase di prototipia. Per i tagli usano le macchine di produzione, che hanno maggiori costi di esercizio e hanno bisogno di carta e Cartene. Una soluzione come la nostra, semplice da usare e flessibile, può essere invece installata direttamente nel reparto prototipi con tutti i vantaggi che ne derivano”.
L’offerta di C&C è completata anche da software che l’azienda milanese ha messo a punto internamente. “Forti della nostra esperienza in questo campo – conclude Luciano Cerioni – abbiamo sviluppato tre soluzioni software pensate appositamente per i settori della confezione e della pelle: C-Pilot per la gestione della macchina da taglio e C-Visio Camera e C-Visio Proiezioni per proiettare immagini su pelle o tessuto in fase di piazzamento”.

The following two tabs change content below.
Moreno Soppelsa è un giornalista e fotografo con competenze nella diffusione di contenuti nei nuovi e vecchi canali, dalla carta stampata ai social media, dai siti Web alle App.

Ultimi post di Moreno Soppelsa (vedi tutti)

Aggiungi un commento

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.